Analisi di scenario

“….Abbastanza bene, il fatturato quest’anno tiene, anzi siamo leggermente sopra le nostre aspettative…speriamo continui in questa direzione”.

La preoccupazione dell’imprenditore per le vendite della sua azienda è pari alla preoccupazione di una madre per i propri figli, tuttavia mentre quest’ultima riesce ad avere un perfetto controllo della situazione, non è sempre così per il titolare di un azienda.

La piccola impresa è molto concentrata su produzione e vendita mentre, al contrario, il controllo di gestione è attività rara. Quest’ultimo però, associato ad un piano industriale e finanziario, è esattamente lo strumento di “trasmissione” delle caratteristiche aziendali alla banca. Serve una maggiore cultura aziendale declinata all’ambito finanziario. Ovvero, fare in modo che il complesso dei valori, delle conoscenze e delle caratteristiche specifiche di un’azienda possa tradursi in comportamenti coerenti e consolidati verso gli stakeholder aziendali, tra i quali c’è anche la banca.

Sebbene più di qualche imprenditore lo possa desiderare, è impossibile pensare ad un divorzio tra banca e impresa. In questi ultimi anni, le reciproche relazioni non sono state delle migliori pertanto è d’obbligo soffermarsi a fare le dovute riflessioni perché al centro di questa profonda “crisi”, c’è il credito.

C’è la necessità di creare un nuovo rapporto tra banca e impresa, introducendo il concetto di partnership. Nella filiera produttiva dell’azienda deve entrare anche la banca. L’aspetto finanziario di un’azienda è fondamentale e quindi, la banca deve diventare un fornitore strategico per l’impresa.

Riprendere le fila di un rapporto in crisi da tempo, significa anche ripensare le modalità con cui gli imprenditori si affidano alle banche. Un solo esempio: il frazionamento del credito tra diversi istituti divide anche il rischio tra le diverse banche, ma non genera conoscenza e fiducia tra banca e imprese.

La banca deve diventare un partner coinvolto nella definizione e programmazione della gestione finanziaria aziendale. Quindi il primo passo da fare da parte dell’imprenditore è quello di avere una strategia precisa per scegliere la banca di riferimento.

20 Dicembre 2018

Archeide su Antenna 3

Archeide su ANTENNA 3 sul tema “Risparmiare sicuri”.

scopri tutti gli altri video

Dicembre, il Mese della Prevenzione

Non dimenticare che la causa del tuo presente è il tuo passato, come la causa del tuo futuro sarà il tuo presente. P.Neruda E’ ora di decidere il ...
scopri tutti gli altri eventi

Ecco la nostra ultima newsletter

Dopo diversi anni di discussioni sul tema, dopo numerose procedure pubbliche con le quali sono stati raccolti pareri da parte di tutti i soggetti ...
scopri tutte le newsletter

Archeide SCF SRL ® Copyright 2017 - PRIVACY POLICY - P.IVA 04077980268