Creazione di veicoli di private equity

“Ho sentito parlare spesso di Private Equity ma, pur volendolo approcciare con la mia azienda, è un tema che un po’ mi intimorisce. Non vorrei che la mia struttura non sia in grado di seguire il progetto in maniera adeguata”.

Grande curiosità per questi servizi finanziari che stanno diventando sempre più strategici per lo sviluppo di business aziendali.

Ogni imprenditore conosce le regole del finanziamento di tipo tradizionale. Egli sa che la capacità di ripagare il debito, sotto forma di quota capitale e di interessi, è garantita dal patrimonio aziendale, e talvolta dai suoi beni personali. Nel caso in cui risulti impossibile restituire il rimborso del prestito, la banca può chiedere che l’azienda venga messa in liquidazione e può rivalersi sul suo attivo. L’investitore nel capitale di rischio, invece, non chiede garanzie, ma si accolla una parte del rischio di impresa come gli altri azionisti. Le banche, d’altra parte, in qualità di fornitori di capitale di debito, non sono direttamente interessate alla creazione di valore dell’impresa, ma solo alla solvibilità finanziaria, mentre l’investitore, che condivide con l’imprenditore l’incremento di valore della partecipazione, farà di tutto per aiutare la crescita dell’impresa.

  Oltre agli apporti più strettamente finanziari, alcuni specifici vantaggi che possono essere ottenuti grazie alla partecipazione al capitale di un investitore esterno sono :
  • maggiore funzionalità della compagine sociale, che facilita anche la eventuale liquidazione dei soci che non sono più interessati a partecipare all’impresa, senza drenare risorse della società;
  • un contributo alla realizzazione di una gestione più professionale e manageriale, attraverso l’attenuazione degli eventuali condizionamenti che provengono dalla sfera degli interessi professionali e familiari e, comunque, la migliore o più professionale regolamentazione dei rapporti impresa – famiglia;
  • crescita del potere contrattuale dell’impresa, grazie alla presenza dell’investitore come azionista di rilievo;
  • miglioramento dell’immagine dell’impresa nei confronti delle banche e del mercato finanziario, che eleva l’affidabilità finanziaria dell’impresa e agevola il reperimento di finanziamenti anche per lo sviluppo del capitale circolante;
  • maggiore capacità di attrarre management capace ed esperto.

Il nostro interesse verso la comprensione delle forme alternative di investimento del capitale è stato sempre molto alto sin dalle nostre origini. Ad oggi, abbiamo acquisito un esperienza sul tema che ci consente di proporre un servizio di consulenza “chiavi in mano”, per la progettazione e la costruzione di “veicoli finanziari” idonei alla realizzazione di nuovi progetti  imprenditoriali o di contesti aziendali già esistenti ed organizzati, ai quali si vuol dare opportune strutture di capitale.

8 giugno 2018

Intervista a Marco Liera

Proseguono i nostri FinTalk con un’intervista a Marco Liera.

scopri tutti gli altri video

Dicembre, il Mese della Prevenzione

Non dimenticare che la causa del tuo presente è il tuo passato, come la causa del tuo futuro sarà il tuo presente. P.Neruda E’ ora di decidere il ...
scopri tutti gli altri eventi

Ecco la nostra ultima newsletter

Sono scontento e preoccupato... Ci risiamo. Come nel 2001, nel 2002, nel 2008, nel 2015, salvo un ultimo colpo di coda poco probabile, anche ...
scopri tutte le newsletter

Archeide SCF SRL ® Copyright 2017 - PRIVACY POLICY - P.IVA 04077980268