Ho guadagnato tantissimo….

Non c’è verso.
Provare a convincere qualcuno che non è stato bravo LUI se ha performato in un BULL MARKET è come dire ad uno chef stellato che non è capace di fare gli spaghetti al pomodoro.

Il BULL MARKET

è una vera e propria droga, è un contesto prettamente diseducativo in quanto fa sembrare tutto un pò troppo semplice, a portata di mano, dove non serve studiare, comprendere le dinamiche e saper valutare i rischi.
In un contesto di questo genere pullulano eserciti di piccoli Buffet, Soros e Peter Lynch. Assumono questa veste non solo i cosiddetti “faidate” ma talvolta proprio i vari consulenti appartenenti alle varie istituzioni finanziarie i quali si fregiano di esser stati gli artefici di un buon lavoro.
Poi, all’improvviso, capita che durante una fase di forte correzione del mercato, gli stessi si spaventano e non riescono a percepire le opportunità di quel momento.
Si dice che un mercato orso è in grado di insegnarci più di tutti i libri di finanza messi assieme perché, semplicemente,  un mercato ribassista può determinare due situazioni:
  • distruggere tutte le vostre certezze oppure
  • costruire le basi di un futuro finanziario di successo.

Riassumendo:

  1. Il Bull Market produce guru e di geni della finanza.
  2. Il Bear Market produce conoscenza e formazione per i futuri investitori di successo.
Ricordo che un grande navigatore mi disse:
“non pensare mai di andare in mare con un capitano che naviga solo con il bel tempo perchè se non sai gestire l’imprevisto, il rischio che corri, è davvero troppo grande”.

Resta sempre aggiornato sul mondo della finanza e degli investimenti!

Iscriviti alla nostra Newsletter

Seguici su:

LinkedIn