VISIONE STRATEGICA

Un mezzo per uno scopo ben preciso

L’azienda durante il suo ciclo di vita ha la necessità di attirare capitali di terzi, siano essi nuovo Patrimonio, nuovo debito e/o nuovi incentivi pubblici.

Il Piano industriale è lo strumento per “raccontare” a questi investitori esterni il progetto per il quale si richiede il loro intervento.Ogni interlocutore vuole ottenere informazioni differenti, ha interessi e aspettative spesso opposte e vuole essere tutelato e rassicurato da rischi specifici.

Per questo il Business Plan, pur rappresentando sempre la visione strategica dell’imprenditore, deve essere modellato ed adattato al soggetto a cui è rivolto.Il consulente deve far propria la view aziendale per riuscire a metterla su carta nel modo più efficiente ed efficace possibile.

BUSINESS PLAN START-UP

Le nuove idee imprenditoriali che cercano capitali esterni devono essere rappresentate mettendone in luce la potenzialità e le qualità dei manager. Chi investe in Start-up punta al 20% nell’idea al 80% nella persona.

BUSINESS PLAN PER FINANZIAMENTI

Se l’interlocutore a cui è rivolto il Piano è una banca, l’obiettivo è quello di mostrare nel modo più chiaro possibile, che i flussi aziendali sono in grado di coprire le rate del finanziamento. La Banca non vuole la luna, ma il minimo ritorno del suo capitale.

BUSINESS PLAN PER BANDI

I BP per l’ottenimento di finanziamenti a fondo perduto e/o agevolati non solo devono rappresentare correttamente il progetto imprenditoriale, ma devono altre-sì precisare con cura i costi che sosterrà nell’immediato futuro l’azienda. Ciò facilita il processo di rendicontazione del bando e massimizza l’ottenimento di fondi.

BUSINESS PLAN M&A

I Piani Industriali di aziende avviate e strutturate sono lo strumento di prima analisi utilizzato in operazioni di acquisto e vendita di aziende.I piani devono essere precisi ed evoluti, perché sono la prima fase di più ampio processo di Due Diligence.

1° STEP

Comprendere

lo scopo

L’analisi dettagliata delle necessità del cliente è il primo passo per comprendere il miglior approccio da utilizzare per esporre la storia che si vuole raccontare.

2° STEP

Ascoltare

e modellare

Una volta compreso lo scopo, si deve comprendere nel dettaglio la visione imprenditoriale del manager. Solo dopo si può procedere alla stesura vera e propria del Business Plan.

3° STEP

Feedback

e correzione

Una volta presentato il Business Plan, lo stesso deve essere testato e valutato con esperti del medesimo settore del target finale. Solo dopo feedback e correzioni si può validare il piano.

APPROFONDIMENTI
Non-fungible token (NFT) mania20210531130653

Non-fungible token (NFT) mania

I gettoni non fungibili o NFT sono sequenze di codice univoche registrate su libro mastro digitale (la blockchain) e validata da una rete di server decentralizzata che ne sancisce l’unicità e la tracciabilità. In questo senso un NFT è una tipologia di contratto intelligente e digitale validato e gestito da notai virtuali e reso dagli […]...
Inflazione, tassi, coperture.20210517092844

Inflazione, tassi, coperture.

Oggi, più che in ogni altro periodo storico, valutare una copertura dal rischio di tasso di interesse, diventa un’opzione operativa e di corretta pianificazione aziendale da considerare attentamente. Quante volte ci siamo trovati di fronte a “Centrale Rischi” che evidenzia posizioni in derivati con la  conseguenza di analizzare se tali prodotti fossero stati correttamente e […]...
Stimoli post-pandemici20210429103621

Stimoli post-pandemici

29 Aprile 2021
Se domani lo Stato ti regala 1.000€ che cosa ne fai? Li usi per ripagare i debiti accumulati nel corso degli anni, li depositi in conto corrente per accumulare i tuoi risparmi, oppure li spendi? Ed ancora, li spendi per beni di prima necessità, per beni e servizi “superflui” o li utilizzi assieme ai tuoi […]...
Indebitamenti aziendali20210406101120

Indebitamenti aziendali

Quando si analizza l’indebitamento finanziario di una azienda, indipendentemente dal settore merceologico di appartenenza, ci si imbatte frequentemente nelle stesse criticità: Indebitamento a breve termine molto alto; Scarso indebitamento a medio/lungo termine; Forme tecniche di indebitamento inappropriate; Capitale proprio molto limitato od addirittura nullo. Vediamole nel dettaglio. INDEBITAMENT...
Altro...