VISIONE STRATEGICA

Un mezzo per uno scopo ben preciso

L’azienda durante il suo ciclo di vita ha la necessità di attirare capitali di terzi, siano essi nuovo Patrimonio, nuovo debito e/o nuovi incentivi pubblici.

Il Piano industriale è lo strumento per “raccontare” a questi investitori esterni il progetto per il quale si richiede il loro intervento.Ogni interlocutore vuole ottenere informazioni differenti, ha interessi e aspettative spesso opposte e vuole essere tutelato e rassicurato da rischi specifici.

Per questo il Business Plan, pur rappresentando sempre la visione strategica dell’imprenditore, deve essere modellato ed adattato al soggetto a cui è rivolto.Il consulente deve far propria la view aziendale per riuscire a metterla su carta nel modo più efficiente ed efficace possibile.

BUSINESS PLAN START-UP

Le nuove idee imprenditoriali che cercano capitali esterni devono essere rappresentate mettendone in luce la potenzialità e le qualità dei manager. Chi investe in Start-up punta al 20% nell’idea al 80% nella persona.

BUSINESS PLAN PER FINANZIAMENTI

Se l’interlocutore a cui è rivolto il Piano è una banca, l’obiettivo è quello di mostrare nel modo più chiaro possibile, che i flussi aziendali sono in grado di coprire le rate del finanziamento. La Banca non vuole la luna, ma il minimo ritorno del suo capitale.

BUSINESS PLAN PER BANDI

I BP per l’ottenimento di finanziamenti a fondo perduto e/o agevolati non solo devono rappresentare correttamente il progetto imprenditoriale, ma devono altre-sì precisare con cura i costi che sosterrà nell’immediato futuro l’azienda. Ciò facilita il processo di rendicontazione del bando e massimizza l’ottenimento di fondi.

BUSINESS PLAN M&A

I Piani Industriali di aziende avviate e strutturate sono lo strumento di prima analisi utilizzato in operazioni di acquisto e vendita di aziende.I piani devono essere precisi ed evoluti, perché sono la prima fase di più ampio processo di Due Diligence.

1° STEP

Comprendere

lo scopo

L’analisi dettagliata delle necessità del cliente è il primo passo per comprendere il miglior approccio da utilizzare per esporre la storia che si vuole raccontare.

2° STEP

Ascoltare

e modellare

Una volta compreso lo scopo, si deve comprendere nel dettaglio la visione imprenditoriale del manager. Solo dopo si può procedere alla stesura vera e propria del Business Plan.

3° STEP

Feedback

e correzione

Una volta presentato il Business Plan, lo stesso deve essere testato e valutato con esperti del medesimo settore del target finale. Solo dopo feedback e correzioni si può validare il piano.

APPROFONDIMENTI
Indebitamenti aziendali20210406101120

Indebitamenti aziendali

Quando si analizza l’indebitamento finanziario di una azienda, indipendentemente dal settore merceologico di appartenenza, ci si imbatte frequentemente nelle stesse criticità: Indebitamento a breve termine molto alto; Scarso indebitamento a medio/lungo termine; Forme tecniche di indebitamento inappropriate; Capitale proprio molto limitato od addirittura nullo. Vediamole nel dettaglio. INDEBITAMENT...
Il balletto tra inflazione e tassi d’interesse20210301174835

Il balletto tra inflazione e tassi d’interesse

Il tasso di inflazione è una delle variabili più importanti in economia e finanza. Esso, assieme al tasso di interesse nominale, concorre a formare il costo del denaro reale e permette di paragonare uscite di cassa tra periodi differenti. In un’economia sviluppata, con una valuta forte e un rischio di credito contenuto, il tasso nominale […]...
Prevenire la crisi d’impresa20210208105326

Prevenire la crisi d’impresa

La riforma della legge fallimentare, attuata con il D.Lgs. n. 14 del 12 gennaio 2019 (il nuovo Codice della Crisi d’Impresa e dell’Insolvenza, o C.C.I.I.),  ha introdotto un nuovo dovere per tutte le società, che siano società di persone o società di capitali, contenuto nell’ art 2086 c.c. secondo comma. “L’imprenditore, che operi in forma societaria o collettiva, ha il dovere di istituire [&helli...
Il debito pubblico ai tempi del COVID20201229124445

Il debito pubblico ai tempi del COVID

Le principali economie mondiali stanno in queste settimane affrontando l’ennesimo stop causato dalla pandemia COVID19. I lock-down forzati, più o meno rigidi, causeranno quasi certamente una nuova diminuzione del Prodotto Interno Lordo a cavallo tra 2020 e 2021. Nel mese di Febbraio e Marzo inizieranno ad uscire i dati macroeconomici relativi al quarto trimestre dell’anno […]...
Altro...